Regno Unito con maggiore mortalità tra i bambini dall'inizio della vaccinazione

Da quando gli inglesi hanno iniziato a vaccinare gli adolescenti dai 12 anni in su, il numero di morti tra i bambini è aumentato. L'analisi rischio-beneficio mette in serio dubbio la possibilità di dare a questa fascia d'età il farmaco sperimentale.

Il 20 settembre, il servizio sanitario britannico ha annunciato NHS conosciutoche il vaccino contro il coronavirus sarà introdotto per i bambini dai 12 ai 15 anni. Quasi tre milioni di bambini potranno ricevere una prima dose di vaccino della Pfizer come parte della più grande campagna di vaccinazione nella storia del servizio sanitario britannico. Secondo l'NHS, le vaccinazioni sono iniziate in centinaia di scuole (settimana 38) e il programma di vaccinazione sarà esteso a più scuole nelle prossime settimane.

Aumento delle morti

Dopo l'introduzione del vaccino da parte del governo, l'ufficio britannico per le statistiche nazionali (ONS) ha scoperto che il numero di decessi nei bambini di 10-14 anni tra la settimana 38 e la settimana 41 nel 2021 è stato 62 % superiore alla media quinquennale per il numero di morti in questo gruppo di età nello stesso periodo. Inoltre, l'aumento delle morti è iniziato quando i bambini hanno ricevuto il "vaccino" sperimentale.

La tendenza all'aumento delle morti infantili continua. Nella 43esima settimana del 2021, sono morti più bambini nella fascia di età 5-14 anni del solito. Dati dell'autorità britannica per la salute e la sicurezza (UKHSA) ha recentemente mostratoche alla fine di ottobre sono morti così tanti bambini che c'è stato un eccesso di mortalità.

C'è una connessione?

La decisione di vaccinare i bambini sopra i 12 anni è arrivata dopo che i quattro Chief Medical Officers (CMO) del Regno Unito hanno detto al governo aveva consigliatoper offrire loro l'iniezione Pfizer. Il governo ha deciso di continuare con il programma di vaccinazione anche se il Comitato congiunto per le vaccinazioni e le immunizzazioni (JCVI) aveva precedentemente dichiarato che non avrebbe sostenuto la vaccinazione universale dei bambini. Non sostenere potrebbe.

È solo una coincidenza che le morti infantili siano aumentate di 62 % da allora (e di ben 400 % per i bambini vulnerabili) rispetto alla media di cinque anni?

Il CMO concedereche non sono consapevoli degli effetti negativi dell'iniezione sui bambini, e spiegano: "Riconosciamo che c'è una notevole incertezza sulla portata del danno potenziale"..

Nel valutare se vaccinare o meno i bambini di questa età, le CMO affermano che la vaccinazione aiuterà "Per evitare scoppi in classe e ulteriori interruzioni delle lezioni".. Tuttavia, questo argomento manca di qualsiasi base fattuale; come la vaccinazione ha dimostrato, non riesce a prevenire l'infezione o la trasmissione. Inoltre, anche Pfizer non fa l'affermazione CMO. Pertanto, l'argomento del governo che i benefici superano i rischi non è valido.

Articolo originale: https://tkp.at/2021/12/11/grossbritannien-mit-hoeherer-sterblichkeit-bei-kindern-seit-impfbeginn/

Condividi questo articolo

it_IT